• Benvenuto sul nuovo portale di
    Mons. Giuseppe Mani

  • Giuseppe Mani

    Cattedrale Web

Buona novella

Nessuno può servire a due padroni: Dio e il denaro

Nessuno può servire a due padroni: Dio e il denaro

Una nuova lezione per educare i suoi discepoli: il loro rapporto col denaro. Mai più attuale che in questo tempo di crisi economica mondiale.
Il denaro snatura i rapporti umani fino alla famiglia. La questione di una eredità può distruggere l’armonia di fratelli e sorelle. Niente di più temibile degli effetti del denaro sulle coscienze e sulla vita della società. “Là dov’è il tuo tesoro è il tuo cuore”. Bisogna scegliere e il passaggio ci porta a concludere senza indugi “Non si può servire a due padroni”.
Però bisogna servirsene. Che uso si augura Gesù per i suoi discepoli? Assai furbi come figli della luce ma non maligni come quelli delle tenebre.

Alla scuola di Gesù per divenire discepolo

Alla scuola di Gesù per divenire discepolo

Risuona continuamente il rimprovero di Gesù “I vostri pensieri non sono i miei pensieri. Diventate uomini più umani come il Padre vi ha fatti” Queste domeniche che seguono possiamo considerarle come un cammino iniziatico durante il quale Gesù ci accompagna per diventare suoi migliori discepoli. 

Cambiare il nostro sguardo sugli altri.
La prima lezione è radicale: tutto ciò che in umanità è perduto può essere ritrovato, e allora siamo felici. Gesù si trova davanti due categoria di uditori: i farisei e gli scribi da una parte , i pubblicani e i peccatori dall’altra. I discepoli assistono alle reazioni di Gesù.

Per seguire Cristo

Per seguire Cristo

“Gran folla seguiva Gesù” ma per quale strada? Quella di Gerusalemme dove Cristo va per essere crocifisso. La folla lo segue nell’incoscienza di ciò che si trama; vogliono seguirlo finche non fa male. Gesù vuol chiarire le cose perché la gente è nell’illusione su ciò che significa essere suo “discepolo”. Il testo è sconcertante e non soltanto per le esigenze che manifesta: riguarda i legami naturali della famiglia ma anche tutti i beni. Riascoltando il vangelo di domenica scorsa Gesù ci parla delle tre grandi passioni dell’uomo: il poter, l’avere e il sesso (in senso largo, le relazioni familiari).

Il Vescovo Risponde

La chiesa insegna ancora la verità?

La chiesa insegna ancora la verità?

“In questo periodo storico in cui mancano risposte chiare e le persone sono disorientate e in cui c’è sete di certezze, perché la Chiesa ha smesso di essere un riferimento saldo, chiaro e sicuro? Lo dico da agnostico, non da credente”

Formazione permanente

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere

Una omelia da non perdere, per questo ve la giro perché possiate anche voi compiacervi sulla verità annunciata dall’Arcivescovo di Parigi Mons. Aupetit: si giustificano le cattive azioni con buoni sentimenti. 

Lettera della settimana

Madre Teresa di Calcutta ci insegna ad amare

Madre Teresa di Calcutta ci insegna ad amare

E’ particolarmente bello celebrare la festa dei santi che si sono conosciuti personalmente e, data la mia età, sono diversi: PaoloVI, Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta; altri in cammino verso quel riconoscimento ufficiale della Chiesa ma che il popolo di Dio già riconosce e venera.
La Canonizzazione è il gesto più alto di evangelizzazione che la chiesa compie: il Papa dichiara che la vita di una persona è stata conforme al Vangelo, direbbe Joseph Ratzinger nel suo “Gesù di Nazareth” che la vita dei santi è una forma di interpretazione del vangelo, una forma di esegesi. Vuoi saper cosa vuol dire Gesù quando dichiara “Lo avete fatto a me”? Guarda Madre Teresa, te lo dice con la sua vita.

Facebook

Iscriviti alla newsletter

Scrivi a Mons. Giuseppe Mani

Scrivia Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2019 giuseppemani.it - Powered by NOVA OPERA